Modelli di organizzazione, gestione e controllo previsti dal D.Lgs. 231/01

C.AB. TER.RA, sensibile all'esigenza di assicurare condizioni di correttezza e di trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali, a tutela della posizione e dell'immagine propria, delle aspettative dei propri soci e del lavoro dei propri dipendenti, ha ritenuto conforme alle proprie politiche aziendali adottare il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo previsto dal D.Lgs. 231/2001.
Tale iniziativa è stata assunta già nell'esercizio 2004 nella convinzione che l'adozione di tale Modello possa contribuire a rafforzare la cultura della legalità come valore fondante della propria natura cooperativa, oltre che costituire un valido strumento di sensibilizzazione e guida dell'operato di tutti coloro che operano in nome e per conto della Cooperativa, affinché seguano, nell'espletamento della propria attività, dei comportamenti corretti e lineari, tali da prevenire il rischio di commissione dei reati previsti dal Decreto.
La cultura della legalità, unitamente a quella della trasparenza e della vocazione alla partecipazione sociale nelle attività caratteristiche e nell'amministrazione dell'azienda, costituiscono da sempre i postulati stessi dell'esistenza e dell'azione sociale e imprenditoriale della cooperativa.
Il Modello si inserisce pertanto come ulteriore elemento del sistema di "governance" aziendale e declina, in conformità al dettato di legge, i criteri e i principi etici a cui la cooperativa si ispira, tenendo presenti, oltre alle prescrizioni del Decreto, i codici di comportamento predisposti dalla propria associazione di rappresentanza e tutela, recependone la metodologia e le indicazioni progettuali.
La prima versione del Modello è stata adottata dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15/10/2004, sono poi seguiti vari aggiornamenti, l'ultimo dei quali (l'8°) è stato deliberato in data 29/03/2019 per l'adozione della versione attualmente in vigore.